Hardcover ï Padre padrone PDF Þ

Hardcover ï Padre padrone PDF Þ


Padre padrone ❮Reading❯ ➸ Padre padrone Author Gavino Ledda – Capitalsoftworks.co.uk Pubblicato da Feltrinelli nell'aprile 1975 il testo autobiografico racconta diciotto anni di storia di un ragazzo sardo Gavino costretto a lasciare la scuola del suo paese Siligo in provincia di Sassa Pubblicato da Feltrinelli nell'aprile il testo autobiografico racconta diciotto anni di storia di un ragazzo sardo Gavino costretto a lasciare la scuola del suo paese Siligo in provincia di Sassari a soli anni e dopo appena due mesi di freuenza per il volere del padre che lo porta a governare il gregge a Baddhevrùstana Da allora il giovane Gavino cresce in un mondo tutto particolare che ha come contorno la compagnia di pochi personaggi tutti pastori dall'amico Nicolau a thiu Pulinari a Gobbe a thiu Ziromine a thiu Costantinu Ci sono poi altre figure che ruotano attorno all'infanzia e adolescenza del protagonista a cominciare dal fedele cane Rusigabedra a thiu Juanne che assurge al ruolo uasi magico di cantastorie degli antenati di famiglia da thiu Giommaria Ledda a thiu Jombattista a Don Peppe E c'è la famiglia di Gavino nelle persone della madre e dei suoi due fratelli Filippo e Vittoria chiamata la maestra poiché è l'unica a possedere un'istruzione che a partire dal gli fanno compagnia all'ovile E c'è soprattutto il padre una figura imponente per tradizione e carattere insieme sempre pronto a mettere in luce tutta la sua esperienza che si impone sui componenti della sua famiglia e soprattutto sul figlio per esercitare la propria autorità e non il proprio affetto e lo fa uasi giustificandosi rivendicando il diritto di comportarsi in uel modo per ottemperare ai propri doveri di genitore E ui avviene lo scontro perché Gavino dopo la remissione dell'infanzia sviluppa nell'adolescenza una ribellione segnata dalla propria volontà di ferro nel coltivare e far emergere una passione di studio che il padre non riuscirà mai a soffocare e che porterà il protagonista alla decisione di entrare nell'esercito per il conseguimento di un titolo di studio e poi alla piena consapevolezza della propria maturità E alla fine divenuto docente universitario avrà vinto la sua battaglia in nome di nuovi valori che si chiamano libertà consapevolezza dignità umana e sono raccolti in un'identità che lo aiuterà a liberarsi dall'oppressione paterna senza però mai rinnegare il ruolo del genitore Lo stesso protagonista in un'intervista rilasciata anni dopo la pubblicazione del libro tenderà a precisare che se nella vita non fosse riuscito a perdonare il padre non sarebbe stato capace di compiere il percorso di crescita culturale che lo ha portato a diventare glottologo e scrittore.


10 thoughts on “Padre padrone

  1. Ahmad Sharabiani Ahmad Sharabiani says:

    Padre Padrone Padre Padrone The Education of a Shepherd Gavino LeddaGavino Ledda born 30 December 1938 is an author and a scholar of the Italian language and of Sardinian He is best known for his autobiographical work Padre Padrone 1975 Gavino must leave school and tend the family sheep Under his father's watchful eyes and the victim of his sadistic behavior Gavino passes the next fourteen years tending sheep in the Sardinian mountains There he begins to discover “things” for himself and to rebel against his father Gavino is rescued from his family and his isolation when he is called for military service During his time with the army he learns about electronics the Italian language and classical music yearning all the while for a university education When Gavino returns home he declares to his father that he will attend university His father is against this and tells him that he will throw him out of the family home and تاریخ نخستین خوانش روز بیست و هفتم ماه اکتبر سال 1990 میلادیعنوان آب بابا ارباب؛ نویسنده گاوینو لدا؛ مترجم مهدی سحابی؛ بابل، کتابسرای بابل، 1366، رمان در 265 ص، چاپ دیگر تهران، نشر مرکز، 1381، در 300 ص، شابک 9643056597؛ موضوع داستانهای نویسندگان ایتالیائی سده 20 مگاوینو لدا، نویسنده ی کتاب «آب، بابا،ارباب»، در ادبیات امروز ایتالیا، پدیده ای یگانه، و شگرف هستند چوپان زاده ای پشت کوهی، که تا بیست سالگی بیسواد بوده، اما تن به سرنوشت خویش نداده است ایشان نظم بی خلل دنیای چوپانی را، زیر پا بگذاشته، و تا جهان شگرف زبان، و ادبیات، پیش میرود، تا بدانجا رسد که همین اثرش، در جایگاه برجسته ی کلاسیکهای معاصر ادبیات ایتالیا بنشیند، و از محبوبیتی بزرگوارتر برخوردار شود کتاب ایشان، گزارش یک مبارزه ی طولانی و سهمگین است، که در دو سطح متفاوت فردی درونی و اجتماعی –، و تاریخی پیش میرود، و ازهم پاشیدن مناسباتی پیچیده، وعقب مانده و خشن را تصویر میکند ا شربیانی


  2. Malacorda Malacorda says:

    Storia vera dell’autore dal giorno in cui il padre lo prelevò dalla scuola elementare a 5 anni per obbligarlo a fare il pastore fino al giorno in cui a 24 anni si trasferisce a Salerno per avviarsi verso il diploma di liceo classico Tutti uelli che mi hanno parlato di uesto libro ed anche i recensori ui attorno in giro tendono a soffermarsi particolarmente sulle violenze e ingiustizie sia fisiche che psicologiche che uesto padre usa sul figlio fino a rendere il loro rapporto un ualcosa come padrone servo e non per l’appunto padre figlio A mio avviso però l’aspetto notevole di uesta storia non sta tanto in uesta situazione uanto nel poter osservare il modo in cui il giovane Gavino se ne è tirato fuori Importante è anche osservare come fa presto un ragazzo o un uomo a diventare una bestia se gli si tolgono educazione e socializzazione Abramo in effetti ha solo messo in pratica uello che suo padre aveva fatto con lui stesso e suo nonno con suo padre e così all’infinito risalendo all’indietro le generazioni Dunue la crudeltà del padre è un fatto tutto sommato secondario è un retaggio del passato fa parte di altri millenni egli è solo l’ultimo rappresentante di un mondo antichissimo che incredibile a dirsi è scomparso solo pochi anni fa e il modo in cui Gavino è riuscito ad entrare nel ventesimo secolo è un’azione che assume un valore a maggior ragione eroico Più in generale il valore di uesta lettura sta nella forza della sua testimonianza mi pare del tutto superfluo mettermi a illustrarne il valore educativo; comunue non è da meno neanche la ualità della scrittura pulita e misurata che parte con il ritmo lento dell’infanzia uando il tempo sembra non passare mai per poi prendere via via il ritmo la trasformazionematurazione dell’autore è ben espressa con il cambiamento dei toni del vocabolario e dei contenuti dei dialoghi e delle riflessioni Significative anche le osservazioni sulla borghesia che non è tanto o comunue non soltanto una condizione di coloro che si sono arricchiti e detengono una ualche forma di potere sui subordinati uanto una condizione mentale in cui si trovano gli stessi pastori pur nella loro miseria nell’esercitare il diritto di proprietà sul loro fazzoletto di terra e sui loro pochi averi come un contrasto esasperato tra “il mio” e “il tuo” e mi vien da notare come uesta cosa in montagna esista ancora tutt’oggi è davvero più radicata di uanto si pensiAltro passaggio notevole è uando si parla degli emigranti del loro rapporto di a e odio con la propria terra e uesto si applica a tutta l’Italia dell’epoca certo non soltanto alla Sardegna e bisognerebbe rileggerlo anche in chiave attualizzata E ancora un altro passaggio che voglio sottolineare è la rivelazione che la musica rappresenta per il giovane Gavino uando impara a suonare la fisarmonica una cosa semplice come la musica ancora oggi dai più ritenuta una cosa superflua è uella che lo ha tirato fuori dalla sua condizione “Sono io che sto suonando Non mi sembra vero Però ci debbo credere Anch’io suono Con volontà rozza animalesca ma inflessibile le mie dita callose e storte dalla zappa per la prima volta ebbero l’opportunità di esprimere alle uerce secolari la sensibilità di generazioni e generazioni mai educate alla musica E attraverso le mie dita l’uomo delle caverne ancora intatto dentro di me ma sensibile in tutta la sua umanità incominciava a raddolcirsi con la musica a scavare dentro di sé e a scoprire che al di là dei suoi campi il mondo non finiva con l’orizzonte e che la miniera delle sue risorse sconfinava dal uel cielo che fino allora conosceva” Lo scontro tra l’antico mondo ancestralepastoralecontadino e la contemporaneità è un ualcosa di veramente complesso ci sarebbe da parlarne per ore e ore uando uno pensa al cemento allo scempio del territorio e al modo in cui l’uomo moderno insulta e distrugge gli animali e la natura tutta allora viene da rimpiangere l’antichità; però uando si leggono testimonianze come uesta uando si parla di fatica bestiale di pulci e di analfabetismo allora penso anche che non è poi tutto sbagliato nel mondo moderno a chi vuole approfondire il tema e magari anche restare in ambientazione sarda suggerisco di leggere Assandira di Angioni


  3. Cirano Cirano says:

    uando un giornalista de “La Nuova Sardegna” chiese ad Abramo Ledda di accompagnarlo a Baddevrustana egli con il suo modo autoritario seppure uasi centenario rispose “Io lì non ci vado uello per la mia famiglia è stato un posto maledetto”Abramo in uasi un secolo di vita ha vissuto il cambiamento della Sardegna ma anche di tutta l’Italia da com’era stata per secoli con le sue tradizioni i suoi riti le sue usanze; dove un padre era un padrone “capo” in una società fortemente patriarcale fondata sul suo nucleo principale la famiglia a come la vediamo oggiGavino primo di sei figli a cinue anni fu ritirato da scuola dopo poco più di un mese perché il padre lo voleva con sé all’ovile a Baddevrustana perché la scuola non serviva era addirittura “nociva” come dirà anni dopo Abramo Tu stai seguendo una strada sbagliata da cui ho cercato più volte di distoglierti La tua è una fissazione chi sei tu a pretendere di laurearti?” uasi che il desiderio di acculturamento e ascensione sociale fosse un disonoreIl bambino si trovò così ad affrontare situazioni molto più grandi di lui completamente solo ” Spesso facevo soliloui E a furia di star solo e di parlare con il mio intimo o con la natura tramite il silenzio le parole per me stavano perdendo importanza” e non poteva sbagliare a eseguire gli ordini del “padrone” altrimenti erano botte anzi veri e propri pestaggi ”Mi aggredì urlando come una furia e mi tempestò di colpi senza guardare dove andassero a finire come si faceva con le bestie” e lui Gavino era stato “ fortunato Molti miei coetanei morivano come agnelli invernali nati in gelida notte che i loro padri non riuscivano a imboccare tempestivamente mentre sbucavano dall’utero della madre”Ma Abramo era il padrone e non importava se Gavino fosse un bambino secondo lui a sette anni “ avrei dovuto essere un pastore completo” contribuendo a mandare avanti il bestiame e a coltivare la terra perché a casa sua non si poteva stare “ a cozzones a fogu” “inoperosi”In tutti gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza Gavino visse all’ovile con solo poche puntate a Siligo per consegnare o ritirare merci e prodotti perdendo i contatti con altre persone ad eccezione di alcuni pastori parlando solo a fischi o a versi con gli animali ma anche con suo padre “ Non ero in grado di parlare con nessuno Mi vergognavo e avevo soggezione della presenza altrui Conoscevo solo le pecore”Verso i vent’anni iniziò la voglia di riscatto Forse egli non era più in grado di proseguire uel tipo di vita fatta di fatica e umiliazioni “ anche in Sardegna c’era una strada aperta a ogni pastore una strada che si poteva imboccare senza leccare i Don Era il banditismo Una strada infida dove puoi sprigionare tutto uello zelo che ti prude sotto i muscoli Continuai ad essere bandito civile come tutti i pastori” e seguì la strada più difficile ma anche la più onesta Dapprima fu la musica con le lezioni di Thiu Gellòn rubate alle rare trasferte a Siligo poi il tentativo fallito di emigrare in Olanda e infine l’arruolamento volontario al corso sottufficiali dell’esercitoui nonostante fosse arrivato praticamente analfabeta e senza uasi conoscere l’italiano anche grazie all’aiuto di persone che hanno preso a cuore la sua situazione come il poeta Franco Manescalchi inizio la sua personale scalata all’istruzione che in realtà era forse una scalata sociale e di riscatto da una vita di privazioniGavino ce l’aveva fatta non era più uel bambino percosso umiliato e impaurito dei primi anni a Baddevrustana La Sardegna nel frattempo era cambiata si stava trasformando in ualcosa di diverso e non so se migliore“ uello che restava era un mondo già mutilato Solo i vecchi i bambini e lo scarto fisico e psichico che ne risultava in seguito alle selezioni delle emigrazioni e delle forze dell’ordine si aggiravano in uei campi privati dei giovani sani”E tutto uesto forse Abramo non lo aveva mai capito né accettato


  4. Monica Monica says:

    Gavino Ledda fino all'età di circa diciotto anni è stato praticamente analfabeta Costretto fin da piccolo a lavorare come pastore da un padre dispotico e a volte molto violento che teneva sotto il suo pugno di ferro ogni membro della numerosa famiglia Eppure uesto povero pastore analfabeta ha una volontà di ferro Durante il servizio militare prende la licenza elementare e media supera con profitto un corso che non sarebbe stato assolutamente in grado di superare per mancanza di basi scolastiche si laurea in glottologia e diventa pure membro dell'accademia della Crusca uesto libro è la cronaca di uesta persona straordinaria di uesto incredibile intellettuale Credo che chiunue almeno una volta nella propria vita debba leggere Ledda Perchè uesto libro sprigiona speranza da tutti i pori Ci insegna che non è mai troppo tardi anche se sembra non ci siano speranze Gavino Ledda insegna che chiunue può farcela basta avere forza di volontàUn grande libro che mi ha commosso fino alle lacrime e mi ha dato la speranza di inseguire i miei sogni Non posso che essere grata a uesto piccolo grande intellettuale sardo


  5. Atticus06 Atticus06 says:

    Gavino Ledda e Frank McCourtI destini simili di due persone che percorrendo strade diverse hanno raggiunto un obiettivo comune il riscatto sociale e culturaleEntrambi hanno patito la povertà avevano un padre che anche se in modo diverso ha scritto parte della loro storia preparando loro un futuro senza speranza ed entrambi hanno avuto la spinta finale per sfuggire a un destino già scritto grazie al servizio militare via di fuga per cominciare una nuova vitaAlla fine dopo tanti sacrifici e forza di volonta hanno raggiunto una posizione che nessuno riteneva possibile Storie del nostro tempoDrammatico ma con momenti ironici legati alla vita pastorale e ad alcune millanterie dei piccoli pastorelli in tema di precocità sessualeLedda scrive in maniera semplice ma elegante e coinvolge con il ritmo narrativo che non rallenta maiConsigliatissimo


  6. Massimiliano Liscia Massimiliano Liscia says:

    Un libro che mi ha sorpreso pensando ad una noia facile mi ha invece letteralmente rapito a tal punto da immedesimarmi in Gavino e provare nel mio io ciò che lui sentiva sulla sua pelle La descrizione di un mondo vero duro crudo che è uello della pastorizia è fatta in maniera superba come poteva fare solo una persona istruita a fare il pastore da uando aveva sette anni


  7. Simone Simone says:

    Una storia di sfruttamento e riscatto Umiltà e orgoglio poveri contro poveri un vero scontro tra generazioni e epoche il racconto di una terra arcaica e brutale ma da cui non ci si stacca se non a malincuoreUna lettura straordinaria goduta a pieno è assolutamente da consigliare


  8. Shaylin Shaylin says:

    كتاب خوبى بود، اما تا نيمه كتاب و حتى بيشتر نويسنده از كودكيش گفتاما دوره جوانى رو خيلى زود پيش رفت و تموم كرداولش يكم كتاب كُند پيش رفت اما در آخر خوب شدكتاب داستان تلاش يه انسان بود كه قابل ستايشِ


  9. Arash khosravi Arash khosravi says:

    جبر جغرافیایی چقدر در تعیین مسیر زندگی یک فرد موثر است؟انسان چگونه می تواند از سرنوشتی که برایش تعیین شده سر باز بزند و برخلاف جریان در جهت تعیین سرنوشت خود حرکت کند؟پاسخ این سوالات را میتوان در زندگی گاوینو لدا جستجو کردگاوینو لدا در سال 1938 در جزیره ی ساردنی متولد شدپدرش بنابر رسم پدر سالاری حاکم خود را ارباب او می دانست و به این ترتیب بود که گاوینو را در سن 6 سالگی مجبور به ترک تحصیل کرد تا درکار چوپانی کمکش کندگاوینو در سال های طولانی تنهایی در صحرا در خود احساسات و ظرایفی را کشف کرد که پدرش و سایر چوپان ها آنها را بی ارزش می دانستند چرا که زندگی برای اهالی دهکده ی سیلیگو تنها به معنی تلاش برای بقا بودگاوینو خود زندگی خود در این دوران را به خوبی توصیف کرده است زندگی درختچه ی بخت برگشته ای که دست هوسباز باد بذر آن را در جایی نامناسب بالای دیواری یا لبه ی پرتگاهی نشانده باشدولی گاوینو که تا سن 20 سالگی بی سواد بود رفته رفته به یاد گرفتن موسیقی و ادبیات پرداخت و این گونه راه فراری از زندگی ای که پدر برای او تعیین کرده بود پیدا کرد ،از زیر سلطه ی ارباب بیرون آمد و بدل به یکی از نویسندگان بزرگ ادبیات ایتالیا شدکتاب آب بابا ارباب داستان این مبارزه ی طولانی و این پیروزی بزرگ است از زبان خود او مبارزه ای از یک طرف با خودش که سال ها به وحشت از پدر و اطاعت بی چون و چرا از او عادت کرده است و از طرف دیگر بر مناسبات حاکم بر جامعه که هرگونه تلاشی را که در جهت اطاعت گوسفند وارانه از ارباب نباشد مذمت می کندنویسنده می کوشد در کنار روایت داستان زندگی خود به کالبد شکافی جامعه ی استثمار زده ساردنی در میانه ی قرن بیستم بپردازد جامعه ای که بر پایه ی اطاعت نوکر از ارباب و پسر از پدر بنا شده است از نقات قوت کتاب نثر ساده و گیرای آن است که مرحوم مهدی سحابی به خوبی آن را به فارسی برگردانده استبرادران تاویانی در سال 1977 اقتباسی سینمایی از کتاب را با همین نام کارگردانی کردند که برنده ی نخل طلای کن شد


  10. Lisetta Lisetta says:

    ���l���ordine sociale del pastore coincideva con un intimo ordine naturale divenuto biologico Contravvenire alle leggi del padre euivaleva dunue negare l���ordine naturale e immutabile delle cose��� Gavino Ledda prende il coraggio di contravvenire all���ordine imposto dal padre che presto si trasforma in padrone A 20 anni l���autore �� ancora analfabeta dopo 8 anni circa riesce a laurearsi Un libro che racchiude in se paure violenze terrore Ma anche la speranza la volont�� e la voglia di lottare perch�� in fondo non �� mai troppo tardi per ricominciare���


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

10 thoughts on “Padre padrone

  1. Ahmad Sharabiani Ahmad Sharabiani says:

    Padre Padrone Padre Padrone The Education of a Shepherd Gavino LeddaGavino Ledda born 30 December 1938 is an author and a scholar of the Italian language and of Sardinian He is best known for his autobiographical work Padre Padrone 1975 Gavino must leave school and tend the family sheep Under his father's watchful eyes and the victim of his sadistic behavior Gavino passes the next fourteen years tending sheep in the Sardinian mountains There he begins to discover “things” for himself and to rebel against his father Gavino is rescued from his family and his isolation when he is called for military service During his time with the army he learns about electronics the Italian language and classical music yearning all the while for a university education When Gavino returns home he declares to his father that he will attend university His father is against this and tells him that he will throw him out of the family home and تاریخ نخستین خوانش روز بیست و هفتم ماه اکتبر سال 1990 میلادیعنوان آب بابا ارباب؛ نویسنده گاوینو لدا؛ مترجم مهدی سحابی؛ بابل، کتابسرای بابل، 1366، رمان در 265 ص، چاپ دیگر تهران، نشر مرکز، 1381، در 300 ص، شابک 9643056597؛ موضوع داستانهای نویسندگان ایتالیائی سده 20 مگاوینو لدا، نویسنده ی کتاب «آب، بابا،ارباب»، در ادبیات امروز ایتالیا، پدیده ای یگانه، و شگرف هستند چوپان زاده ای پشت کوهی، که تا بیست سالگی بیسواد بوده، اما تن به سرنوشت خویش نداده است ایشان نظم بی خلل دنیای چوپانی را، زیر پا بگذاشته، و تا جهان شگرف زبان، و ادبیات، پیش میرود، تا بدانجا رسد که همین اثرش، در جایگاه برجسته ی کلاسیکهای معاصر ادبیات ایتالیا بنشیند، و از محبوبیتی بزرگوارتر برخوردار شود کتاب ایشان، گزارش یک مبارزه ی طولانی و سهمگین است، که در دو سطح متفاوت فردی درونی و اجتماعی –، و تاریخی پیش میرود، و ازهم پاشیدن مناسباتی پیچیده، وعقب مانده و خشن را تصویر میکند ا شربیانی

  2. Malacorda Malacorda says:

    Storia vera dell’autore dal giorno in cui il padre lo prelevò dalla scuola elementare a 5 anni per obbligarlo a fare il pastore fino al giorno in cui a 24 anni si trasferisce a Salerno per avviarsi verso il diploma di liceo classico Tutti uelli che mi hanno parlato di uesto libro ed anche i recensori ui attorno in giro tendono a soffermarsi particolarmente sulle violenze e ingiustizie sia fisiche che psicologiche che uesto padre usa sul figlio fino a rendere il loro rapporto un ualcosa come padrone servo e non per l’appunto padre figlio A mio avviso però l’aspetto notevole di uesta storia non sta tanto in uesta situazione uanto nel poter osservare il modo in cui il giovane Gavino se ne è tirato fuori Importante è anche osservare come fa presto un ragazzo o un uomo a diventare una bestia se gli si tolgono educazione e socializzazione Abramo in effetti ha solo messo in pratica uello che suo padre aveva fatto con lui stesso e suo nonno con suo padre e così all’infinito risalendo all’indietro le generazioni Dunue la crudeltà del padre è un fatto tutto sommato secondario è un retaggio del passato fa parte di altri millenni egli è solo l’ultimo rappresentante di un mondo antichissimo che incredibile a dirsi è scomparso solo pochi anni fa e il modo in cui Gavino è riuscito ad entrare nel ventesimo secolo è un’azione che assume un valore a maggior ragione eroico Più in generale il valore di uesta lettura sta nella forza della sua testimonianza mi pare del tutto superfluo mettermi a illustrarne il valore educativo; comunue non è da meno neanche la ualità della scrittura pulita e misurata che parte con il ritmo lento dell’infanzia uando il tempo sembra non passare mai per poi prendere via via il ritmo la trasformazionematurazione dell’autore è ben espressa con il cambiamento dei toni del vocabolario e dei contenuti dei dialoghi e delle riflessioni Significative anche le osservazioni sulla borghesia che non è tanto o comunue non soltanto una condizione di coloro che si sono arricchiti e detengono una ualche forma di potere sui subordinati uanto una condizione mentale in cui si trovano gli stessi pastori pur nella loro miseria nell’esercitare il diritto di proprietà sul loro fazzoletto di terra e sui loro pochi averi come un contrasto esasperato tra “il mio” e “il tuo” e mi vien da notare come uesta cosa in montagna esista ancora tutt’oggi è davvero più radicata di uanto si pensiAltro passaggio notevole è uando si parla degli emigranti del loro rapporto di a e odio con la propria terra e uesto si applica a tutta l’Italia dell’epoca certo non soltanto alla Sardegna e bisognerebbe rileggerlo anche in chiave attualizzata E ancora un altro passaggio che voglio sottolineare è la rivelazione che la musica rappresenta per il giovane Gavino uando impara a suonare la fisarmonica una cosa semplice come la musica ancora oggi dai più ritenuta una cosa superflua è uella che lo ha tirato fuori dalla sua condizione “Sono io che sto suonando Non mi sembra vero Però ci debbo credere Anch’io suono Con volontà rozza animalesca ma inflessibile le mie dita callose e storte dalla zappa per la prima volta ebbero l’opportunità di esprimere alle uerce secolari la sensibilità di generazioni e generazioni mai educate alla musica E attraverso le mie dita l’uomo delle caverne ancora intatto dentro di me ma sensibile in tutta la sua umanità incominciava a raddolcirsi con la musica a scavare dentro di sé e a scoprire che al di là dei suoi campi il mondo non finiva con l’orizzonte e che la miniera delle sue risorse sconfinava dal uel cielo che fino allora conosceva” Lo scontro tra l’antico mondo ancestralepastoralecontadino e la contemporaneità è un ualcosa di veramente complesso ci sarebbe da parlarne per ore e ore uando uno pensa al cemento allo scempio del territorio e al modo in cui l’uomo moderno insulta e distrugge gli animali e la natura tutta allora viene da rimpiangere l’antichità; però uando si leggono testimonianze come uesta uando si parla di fatica bestiale di pulci e di analfabetismo allora penso anche che non è poi tutto sbagliato nel mondo moderno a chi vuole approfondire il tema e magari anche restare in ambientazione sarda suggerisco di leggere Assandira di Angioni

  3. Cirano Cirano says:

    uando un giornalista de “La Nuova Sardegna” chiese ad Abramo Ledda di accompagnarlo a Baddevrustana egli con il suo modo autoritario seppure uasi centenario rispose “Io lì non ci vado uello per la mia famiglia è stato un posto maledetto”Abramo in uasi un secolo di vita ha vissuto il cambiamento della Sardegna ma anche di tutta l’Italia da com’era stata per secoli con le sue tradizioni i suoi riti le sue usanze; dove un padre era un padrone “capo” in una società fortemente patriarcale fondata sul suo nucleo principale la famiglia a come la vediamo oggiGavino primo di sei figli a cinue anni fu ritirato da scuola dopo poco più di un mese perché il padre lo voleva con sé all’ovile a Baddevrustana perché la scuola non serviva era addirittura “nociva” come dirà anni dopo Abramo Tu stai seguendo una strada sbagliata da cui ho cercato più volte di distoglierti La tua è una fissazione chi sei tu a pretendere di laurearti?” uasi che il desiderio di acculturamento e ascensione sociale fosse un disonoreIl bambino si trovò così ad affrontare situazioni molto più grandi di lui completamente solo ” Spesso facevo soliloui E a furia di star solo e di parlare con il mio intimo o con la natura tramite il silenzio le parole per me stavano perdendo importanza” e non poteva sbagliare a eseguire gli ordini del “padrone” altrimenti erano botte anzi veri e propri pestaggi ”Mi aggredì urlando come una furia e mi tempestò di colpi senza guardare dove andassero a finire come si faceva con le bestie” e lui Gavino era stato “ fortunato Molti miei coetanei morivano come agnelli invernali nati in gelida notte che i loro padri non riuscivano a imboccare tempestivamente mentre sbucavano dall’utero della madre”Ma Abramo era il padrone e non importava se Gavino fosse un bambino secondo lui a sette anni “ avrei dovuto essere un pastore completo” contribuendo a mandare avanti il bestiame e a coltivare la terra perché a casa sua non si poteva stare “ a cozzones a fogu” “inoperosi”In tutti gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza Gavino visse all’ovile con solo poche puntate a Siligo per consegnare o ritirare merci e prodotti perdendo i contatti con altre persone ad eccezione di alcuni pastori parlando solo a fischi o a versi con gli animali ma anche con suo padre “ Non ero in grado di parlare con nessuno Mi vergognavo e avevo soggezione della presenza altrui Conoscevo solo le pecore”Verso i vent’anni iniziò la voglia di riscatto Forse egli non era più in grado di proseguire uel tipo di vita fatta di fatica e umiliazioni “ anche in Sardegna c’era una strada aperta a ogni pastore una strada che si poteva imboccare senza leccare i Don Era il banditismo Una strada infida dove puoi sprigionare tutto uello zelo che ti prude sotto i muscoli Continuai ad essere bandito civile come tutti i pastori” e seguì la strada più difficile ma anche la più onesta Dapprima fu la musica con le lezioni di Thiu Gellòn rubate alle rare trasferte a Siligo poi il tentativo fallito di emigrare in Olanda e infine l’arruolamento volontario al corso sottufficiali dell’esercitoui nonostante fosse arrivato praticamente analfabeta e senza uasi conoscere l’italiano anche grazie all’aiuto di persone che hanno preso a cuore la sua situazione come il poeta Franco Manescalchi inizio la sua personale scalata all’istruzione che in realtà era forse una scalata sociale e di riscatto da una vita di privazioniGavino ce l’aveva fatta non era più uel bambino percosso umiliato e impaurito dei primi anni a Baddevrustana La Sardegna nel frattempo era cambiata si stava trasformando in ualcosa di diverso e non so se migliore“ uello che restava era un mondo già mutilato Solo i vecchi i bambini e lo scarto fisico e psichico che ne risultava in seguito alle selezioni delle emigrazioni e delle forze dell’ordine si aggiravano in uei campi privati dei giovani sani”E tutto uesto forse Abramo non lo aveva mai capito né accettato

  4. Monica Monica says:

    Gavino Ledda fino all'età di circa diciotto anni è stato praticamente analfabeta Costretto fin da piccolo a lavorare come pastore da un padre dispotico e a volte molto violento che teneva sotto il suo pugno di ferro ogni membro della numerosa famiglia Eppure uesto povero pastore analfabeta ha una volontà di ferro Durante il servizio militare prende la licenza elementare e media supera con profitto un corso che non sarebbe stato assolutamente in grado di superare per mancanza di basi scolastiche si laurea in glottologia e diventa pure membro dell'accademia della Crusca uesto libro è la cronaca di uesta persona straordinaria di uesto incredibile intellettuale Credo che chiunue almeno una volta nella propria vita debba leggere Ledda Perchè uesto libro sprigiona speranza da tutti i pori Ci insegna che non è mai troppo tardi anche se sembra non ci siano speranze Gavino Ledda insegna che chiunue può farcela basta avere forza di volontàUn grande libro che mi ha commosso fino alle lacrime e mi ha dato la speranza di inseguire i miei sogni Non posso che essere grata a uesto piccolo grande intellettuale sardo

  5. Atticus06 Atticus06 says:

    Gavino Ledda e Frank McCourtI destini simili di due persone che percorrendo strade diverse hanno raggiunto un obiettivo comune il riscatto sociale e culturaleEntrambi hanno patito la povertà avevano un padre che anche se in modo diverso ha scritto parte della loro storia preparando loro un futuro senza speranza ed entrambi hanno avuto la spinta finale per sfuggire a un destino già scritto grazie al servizio militare via di fuga per cominciare una nuova vitaAlla fine dopo tanti sacrifici e forza di volonta hanno raggiunto una posizione che nessuno riteneva possibile Storie del nostro tempoDrammatico ma con momenti ironici legati alla vita pastorale e ad alcune millanterie dei piccoli pastorelli in tema di precocità sessualeLedda scrive in maniera semplice ma elegante e coinvolge con il ritmo narrativo che non rallenta maiConsigliatissimo

  6. Massimiliano Liscia Massimiliano Liscia says:

    Un libro che mi ha sorpreso pensando ad una noia facile mi ha invece letteralmente rapito a tal punto da immedesimarmi in Gavino e provare nel mio io ciò che lui sentiva sulla sua pelle La descrizione di un mondo vero duro crudo che è uello della pastorizia è fatta in maniera superba come poteva fare solo una persona istruita a fare il pastore da uando aveva sette anni

  7. Simone Simone says:

    Una storia di sfruttamento e riscatto Umiltà e orgoglio poveri contro poveri un vero scontro tra generazioni e epoche il racconto di una terra arcaica e brutale ma da cui non ci si stacca se non a malincuoreUna lettura straordinaria goduta a pieno è assolutamente da consigliare

  8. Shaylin Shaylin says:

    كتاب خوبى بود، اما تا نيمه كتاب و حتى بيشتر نويسنده از كودكيش گفتاما دوره جوانى رو خيلى زود پيش رفت و تموم كرداولش يكم كتاب كُند پيش رفت اما در آخر خوب شدكتاب داستان تلاش يه انسان بود كه قابل ستايشِ

  9. Arash khosravi Arash khosravi says:

    جبر جغرافیایی چقدر در تعیین مسیر زندگی یک فرد موثر است؟انسان چگونه می تواند از سرنوشتی که برایش تعیین شده سر باز بزند و برخلاف جریان در جهت تعیین سرنوشت خود حرکت کند؟پاسخ این سوالات را میتوان در زندگی گاوینو لدا جستجو کردگاوینو لدا در سال 1938 در جزیره ی ساردنی متولد شدپدرش بنابر رسم پدر سالاری حاکم خود را ارباب او می دانست و به این ترتیب بود که گاوینو را در سن 6 سالگی مجبور به ترک تحصیل کرد تا درکار چوپانی کمکش کندگاوینو در سال های طولانی تنهایی در صحرا در خود احساسات و ظرایفی را کشف کرد که پدرش و سایر چوپان ها آنها را بی ارزش می دانستند چرا که زندگی برای اهالی دهکده ی سیلیگو تنها به معنی تلاش برای بقا بودگاوینو خود زندگی خود در این دوران را به خوبی توصیف کرده است زندگی درختچه ی بخت برگشته ای که دست هوسباز باد بذر آن را در جایی نامناسب بالای دیواری یا لبه ی پرتگاهی نشانده باشدولی گاوینو که تا سن 20 سالگی بی سواد بود رفته رفته به یاد گرفتن موسیقی و ادبیات پرداخت و این گونه راه فراری از زندگی ای که پدر برای او تعیین کرده بود پیدا کرد ،از زیر سلطه ی ارباب بیرون آمد و بدل به یکی از نویسندگان بزرگ ادبیات ایتالیا شدکتاب آب بابا ارباب داستان این مبارزه ی طولانی و این پیروزی بزرگ است از زبان خود او مبارزه ای از یک طرف با خودش که سال ها به وحشت از پدر و اطاعت بی چون و چرا از او عادت کرده است و از طرف دیگر بر مناسبات حاکم بر جامعه که هرگونه تلاشی را که در جهت اطاعت گوسفند وارانه از ارباب نباشد مذمت می کندنویسنده می کوشد در کنار روایت داستان زندگی خود به کالبد شکافی جامعه ی استثمار زده ساردنی در میانه ی قرن بیستم بپردازد جامعه ای که بر پایه ی اطاعت نوکر از ارباب و پسر از پدر بنا شده است از نقات قوت کتاب نثر ساده و گیرای آن است که مرحوم مهدی سحابی به خوبی آن را به فارسی برگردانده استبرادران تاویانی در سال 1977 اقتباسی سینمایی از کتاب را با همین نام کارگردانی کردند که برنده ی نخل طلای کن شد

  10. Lisetta Lisetta says:

    ���l���ordine sociale del pastore coincideva con un intimo ordine naturale divenuto biologico Contravvenire alle leggi del padre euivaleva dunue negare l���ordine naturale e immutabile delle cose��� Gavino Ledda prende il coraggio di contravvenire all���ordine imposto dal padre che presto si trasforma in padrone A 20 anni l���autore �� ancora analfabeta dopo 8 anni circa riesce a laurearsi Un libro che racchiude in se paure violenze terrore Ma anche la speranza la volont�� e la voglia di lottare perch�� in fondo non �� mai troppo tardi per ricominciare���

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *