Zappa e spada PDF/EPUB ¹ Zappa e ePUB ´

Zappa e spada PDF/EPUB ¹ Zappa e ePUB ´

Zappa e spada [Read] ➬ Zappa e spada Author Mauro Longo – Capitalsoftworks.co.uk Cajelli De Feo Fantoni Gonnella Hoffmann Lanzoni Leonardi Mala Spina Mana Mazza Nerdheim Vicenzi uesta la lista dei rinnegati che hanno dato vita a Zappa e Spada la prima antologia al mondo di raccont Cajelli De Feo Fantoni Gonnella Hoffmann Lanzoni Leonardi Mala Spina Mana Mazza Nerdheim Vicenzi uesta la lista dei rinnegati che hanno dato vita a Zappa e spada la prima antologia al mondo di racconti Spaghetti Fantasy Ecco la fantasia eroica all'italiana Zappa e ePUB ´ uella con pochi soldi per gli effetti speciali ambientata in una contrada fantastica popolata da furfanti e villani avventurieri senz'arte né parte e paladini male in arnese fratacchioni e fattucchiere insomma braccia rubate all'agricoltura e restituite al campo di battaglia Perché uando l'uomo con la zappa incontra l'uomo con la spada nasce lo SPAGHETTI FANTASY.


10 thoughts on “Zappa e spada

  1. Tanabrus Tanabrus says:

    Simpatica uesta raccolta di racconti fantasy italiani che inaugurano il filone dello Spaghetti FantasyChiaro il richiamo al più famoso Spaghetti Western infatti è un tentativo di trasporre le atmosfere e la filosofia di uel filone cinematografico nella letteratura di genere nostranaStorie scritte da italiani ma soprattutto ambientate in una versione distorta dell'Italia del passatoNon abbiamo località precise e note non ci sono Roma o Milano o Napoli ma abbiamo borghi e paesini abbiamo reliuie di santi e guerre tra cittadine confinantiAbbiamo uomini d'arme e prostitute ladri e preti osti e mercanti attori itineranti e guardie del corpoNon ci sono elfi e nani gnomi e maghi mutuati dal fantasy nordico Abbiamo la polvere e il sangue abbiamo l'oscurità che può nascondere ualunue cosa abbiamo morti che non vogliono restare tali e il Diavolo che minaccia le anime dei poveri paesaniAbbiamo magie oscure e sconosciute provenienti da lontano e abbiamo uomini di Fede intenti a contrastarleNon abbiamo onore e gloria paladini indefessi che lottano per alti ideali abbiamo gente che lotta per sopravvivere per portare a casa la pagnotta o perché abbastanza stupida da essere raggirata da chi la fa combattere L'esempio più lampante penso sia il contadino che tenta di rubare la reliuia della città vicina per portarla nella propria solo per evitare una volta all'anno di doversi fare tutto il tragitto fino alla sommità di uella collina per la periodica venerazione della reliuia gli basterà averla vicina a casa per faticare menouesto è lo spirito dello spaghetti fantasy e anche se si impiega un po' di tempo a entrarvici poi ci si sente rapidamente a casa propria tra ueste paginePerché alla fine uesti guerrieri sgangherati e pasticcioni sono parte del nostro passato sono la variante fantasy dei pistoleri visti in televisione innumerevoli volte la versione fantastica delle storie che ancora permeano le pietre delle nostre cittàE chiaramente ce ne sono di migliori e di peggioriLe peggiori per me sono uelle che abusano di termini antiuati per darsi un tono rendendo ridicolo il tutto se non proprio illeggibile Sono un paio ma fanno un brutto effettoLe migliori invece sono cinue due sono di autori che già conosco Vicenzi che non per niente è l'autore dei bei racconti dello Spadaccino e Mana di cui ho letto una bella storia fantastica ambientata nel passato le altre sono di Mala Spina Jari Lanzoni e del collettivo Nerdheim che meriterebbe già solo per il nomeChe aggiungere sono felice di avergli dato una possibilità e ancora di più di aver già preso sulla fiducia il secondo volume di racconti uscito proprio uest'anno


  2. Matteo Mazzoli Matteo Mazzoli says:

    Io ho un solo aggettivo non particolarmente tecnico per uesta folle e imprevedibile raccolta di racconti fighissimo Si respira l'aria dei nostri borghi benché ammantati dal velo a volte magico a volte inuietante di un fantastico che non sorride a principi e cavalieri senza macchia ma agli ultimi ai poveri ai reietti ai bifolchi e agli sventurati rendendo epiche le loro miserabili gesta come mai prima Curiose alcune scelte linguistiche magari non sempre felici però apprezzabilissime per il modo in cui sono state presentate Li ho apprezzati tutti davvero perché si ride e si piange si sta in trepidante attesa dello scontro ci si atterrisce per le creature demoniache che si presentano e di fronte al uale il peone di turno deve far leva sul suo ingegno e il coraggio del guitto per sconfiggere le proprie paure e il mostro Strepitoso


  3. Marco Marco says:

    Una lettura molto particolare e nel complesso divertente Alcuni racconti sono francamente scritti in modo atroce tanto che li ho saltati dopo ualche pagina e anche alcuni di uelli scritti meglio avrebbero potuto beneficiare di un editor Ma uattro o cinue racconti mi hanno davvero colpito per le idee e la realizzazione uasi tutti sfruttando in modo fantastico idee religiose noto Inoltre l'idea della raccolta a tema low fantasy italiano è molto particolare e mi è piaciuta nella narrativa fantastica amo la varietà ma per una volta leggere delle reliuie di Brusignano o simili del ladro scalcinato devoto e San Fiorello e di pirati croati e scheletri uccisi a colpi di zappa è stato d'effetto anche solo per il valore di novità


  4. Matteo Matteo says:

    Una buona metà della storie sono ben scritte e soprattutto le prime coniugano bene vari elementi sfruttando anche dialetti e lingue antiche Non vale lo stesso purtroppo per altri racconti alcuni non lasciano proprio niente dopo la lettura altri insistono troppo a mio avviso su dettagli tecnici come in un breviario di scontri all'arma bianca senza aver dietro una storia che li sorregga Buon ultimo arriva un racconto interessante che mi è sembrato far di critica a un certo tipo di atteggiamento popolare nello scontro tra cultura e utilità


  5. Darth Miky Darth Miky says:

    Avete presente le atmosfere alla Brancaleone? uel linguaggio uei luoghi uei personaggi Racconti interessanti divertenti a volte splatter e dal taglio più moderno Descrizioni minuziose di duelli armi manovre Elementi fantasy guardati dal buffo e ignorante punto di vista che molto probabilmente si aveva a uei tempi Bello e illuminante


  6. Ivan Lanìa Ivan Lanìa says:

    Stando alla prefazione a firma Mauro Longo l'antologia Zappa e spada dovrebbe rivitalizzare un filone narrativo autenticamente italiano che parte dal romanzo cavalleresco del uattrocento continua nella favolistica e arriva allo Spaghetti Western e ai film di Brancaleone e del duo Spencer Hill Nobile intento ma secondo me tentativo fallimentare – dei 12 racconti ne ho trovati ben fatti solamente 41 La favola d'autore piacevolmente malinconica di Giovanni De Feo2 L'avvincente racconto dal sapore sword sorcery di Alessandro Vicenzi ingegnoso worldbuilding punte ironiche ben dosate personaggi impeccabili nel loro essere archetipici3 La storia di Davide Mana che osa puntare in alto e ragionare di letteratura entro un'opera di letteratura4 La heist story di Mala Spina ambientata in Toscana un po' cliché ma comunue leggibile Le altre otto storie vanno dalla buona idea eseguita male all'impresentabile 56 Diego Cajelli e Michele Gonnella propongono entrambi una trama banalotta di antieroi alla ventura che si fanno ammazzare da mostri del folklore e cercano di sofisticarla scrivendo male in Toscano finto antico7 F T Hoffmann adotta lo stesso identico espediente di cui sopra ma con ambientazione adriatica e patina linguistica veneto croata e per altro la resa stereotipata dei personaggi slavi mi ha seccato un sacco ma uella è sensibilità mia89 Federica Leonardi e Lorenzo Fantoni ricorrono alla trama tragica del vendicatore che dà la caccia al proprio nemico atavico e le idee di base sono anche buone ma l'esecuzione pecca per ritmo degli eventi mal calibrato e colpi di scena forzati ma dico io dove diavolo era l'editor?10 Il pezzo del colletivo Nerdheim va sul comico splatter ma esagera e diventa ridicolo in senso negativo1112 Luca Mazza e Jari Lanzoni non posso neanche valutarli perché non riuscivo a leggere la loro prosa così aulica da non essere più una lingua vera ma un dizionario vomitato Riassumendo la vasta sproporzione fra testi validi e pezzi mal riusciti mi fa bocciare l'antologia prendetela in biblioteca e leggete solo i racconti migliori Aggiungo un commento personale sui criteri con cui Acheron ha selezionato i racconti nel mio modesto parere il riferimento non è stata la vera tradizione eroicomica del rinascimento italiano ma le forme più manieristiche e puerili del grimdark anglofono dal gusto dell'orrido a ogni costo all'amoralità completa – roba che ti aspetteresti dai romanzi di merchandise per WarHammer Fantasy e che ui è semplicemente scritta in italiano e ambientata in una finta Italia Non è un caso che i tre racconti che mi sono piaciuti più di tutti De Feo Vicenzi Mana sono uelli più colti e sofisticati uelli che anziché puntare al grottesco becero bilanciano con gusto situazioni comiche e momenti seri contesto plebeo e toni più raffinati – il tipo di giocoliera stilistica che rende la Commedia dantesca un capolavoro


  7. Alessio Alessio says:

    Recensione pubblicata originariamente sul mio blog Arte della Lettura Recensione Zappa e spada senza spoiler Zappa e spada è un'antologia di racconti low fantasy definiti spaghetti fantasy un termine che ancora non mi è chiaro Sono spaghetti fantasy uei racconti scritti da italiani o uelli ambientati in Italia? In ogni caso in uesto libro i racconti hanno entrambe le caratteristiche Alcuni di essi sono evidentemente in stile italiano ambientati in borghi e antichi paesi altri hanno solo ualche personaggio con un nome italiano ma le vicende non sono necessariamente spaghetti I Racconti Lasciando da parte i miei dubbi riguardanti il nome ho apprezzato uesto genere Si tratta di ualcosa di nuovo e con molto potenziale anche se credo sia necessaria una maggiore scrematura dei raccontiUn paio di essi infatti utilizzano un linguaggio molto ricercato e da vocabolario risultando troppo elaborato a tal punto da divenire illeggibile Più che dei racconti paiono delle dimostrazioni fatte dagli scrittori per pavoneggiarsiAltri racconti si concentrano troppo su singoli elementi del low fantasy come i combattimenti corpo a corpo dimenticando che una storia deve anche avere una trama e dei personaggi interessantiPer fortuna i bei racconti non mancano ma anzi abbondano Buona parte delle storie presenti in uesta antologia sono infatti di buona ualità anche se ogni tanto ho trovato ualche frase confusionaria o mal scritta Edizione Purtroppo Zappa e spada viene presentato in un'edizione anonima e di ualità medio bassa Sono convinto che le piccole case editrici debbano puntare molto sul primo impatto visivo per poter conuistare nuovi lettori e clienti come fanno altre case editrici medio piccole come ABEditore e Black Coffee Editore cosa che non ho trovato in Acheron Books I libri non hanno nulla di caratteristico o di unico le pagine sono rigide e il testo è piuttosto grande cosa che mi ricorda i libri per ragazzi Conclusioni Ad eccezione di un paio di racconti così illeggibili da costringermi a saltarli Zappa e spada si è rivelata una lettura piacevoleAltre recensioni sul mio blog Arte della Lettura


  8. Francesco Francesco says:

    Una raccolta di racconti dal livello altalenante Prima metà piuttosto scarsa seconda metà in netta ripresa con picco positivo toccato dal racconto del Nerdheim 3 stelle è la mediaPer rendere l’idea leggendo alcuni racconti mi è venuto in mente il “Decameron di Boccaccio magari non per ualità ma per ambientazione e temiGli ultimi circa 6 racconti sono mediamente molto buoni divertenti originali e consigliati Mi sembra che non si facciano mai abbastanza complimenti alla casa editrice Acheron books che cerca sempre di portare ualcosa di diverso nelle nostre librerieLa nota dolente della raccolta è un tratto che ho riscontrato principalmente nei primi circa 6 raccontiC’era una volta un tempo in cui “cliché nel fantasy significava elfi draghi e un lungo viaggio da compiere Oggi cliché nel fantasy significa personaggi bastardi che sai che prima o poi tradiranno Se non cadi in uesto cliché probabilmente è più difficile che ti pubblichino In effetti esplicita richiesta della Acheron books per uesta raccolta erano racconti gritty con gran bastardi come protagonisti uesto si è tradotto in racconti in cui ogni personaggio cerca di fregare gli altri e tu sai benissimo che alla fine vi sarà il tradimento di turnoIn uesti personaggi voltagabbanaegoistianti eroi è poi davvero difficile immedesimarsi a meno che lo scrittore non spieghi gli eventi che abbiano “deviato” uel personaggio Insomma il gran bastardo non dovrebbe essere la normalità dato che nel mondo reale non ogni persona ammazzerebbe il prossimo per un minimo guadagnoIn un fantasy l’ambientazione dovrebbe essere fantastica ma credo che i personaggi debbano essere realistici non proprio degli stinco di santo ma gente che uantomeno non passi tutto il loro tempo a pensare a come fregare gli altri In conclusione consiglierei “Zappa e Spada” a chi volesse respirare un po’ di fantasy in clima italiano Certo non sarebbe il mio consiglio numero uno ciononostante la raccolta ha un paio di picchi molto elevati Di certo a chi dovesse comprarlo consiglio di non chiudere definitivamente il libro prima di aver dato una possibilità agli ultimi racconti ove come detto la ualità tende a salire


  9. Francesco Francesco says:

    Una raccolta di racconti dal livello altalenante Prima metà piuttosto scarsa seconda metà in netta ripresa con picco positivo toccato dal racconto del Nerdheim 3 stelle è la mediaPer rendere l’idea leggendo alcuni racconti mi è venuto in mente il “Decameron di Boccaccio magari non per ualità ma per ambientazione e temiGli ultimi circa 6 racconti sono mediamente molto buoni divertenti originali e consigliati Mi sembra che non si facciano mai abbastanza complimenti alla casa editrice Acheron books che cerca sempre di portare ualcosa di diverso nelle nostre librerieLa nota dolente della raccolta è un tratto che ho riscontrato principalmente nei primi circa 6 raccontiC’era una volta un tempo in cui “cliché nel fantasy significava elfi draghi e un lungo viaggio da compiere Oggi cliché nel fantasy significa personaggi bastardi che sai che prima o poi tradiranno Se non cadi in uesto cliché probabilmente è più difficile che ti pubblichino In effetti esplicita richiesta della Acheron books per uesta raccolta erano racconti gritty con gran bastardi come protagonisti uesto si è tradotto in racconti in cui ogni personaggio cerca di fregare gli altri e tu sai benissimo che alla fine vi sarà il tradimento di turnoIn uesti personaggi voltagabbanaegoistianti eroi è poi davvero difficile immedesimarsi a meno che lo scrittore non spieghi gli eventi che abbiano “deviato” uel personaggio Insomma il gran bastardo non dovrebbe essere la normalità dato che nel mondo reale non ogni persona ammazzerebbe il prossimo per un minimo guadagnoIn un fantasy l’ambientazione dovrebbe essere fantastica ma credo che i personaggi debbano essere realistici non proprio degli stinco di santo ma gente che uantomeno non passi tutto il loro tempo a pensare a come fregare gli altri In conclusione consiglierei “Zappa e Spada” a chi volesse respirare un po’ di fantasy in clima italiano Certo non sarebbe il mio consiglio numero uno ciononostante la raccolta ha un paio di picchi molto elevati Di certo a chi dovesse comprarlo consiglio di non chiudere definitivamente il libro prima di aver dato una possibilità agli ultimi racconti ove come detto la ualità tende a salire


  10. Alessio Alessio says:

    Una raccolta di racconti che si propone di dare inizio ad un nuovo filone narrativo creando una commistione tra gli spaghetti western e la commedia all’italiana il tutto declinato in salsa fantasy astenendosi dal coinvolgere creature estranee al folklore italico I racconti hanno atmosfere molto varie passando da uelle più cupe e serie fino a racconti allegri e scanzonati il mio preferito è “Il mangiare del Sandrone” e continui richiami tra loro piantando così i semi di un possibile Spaghetti Fantasy Universe condiviso il Regno di Taglia di Brancalonia? La scrittura in generale è buona chi più chi meno e un paio di racconti mi sono sembrati un po’ fuori tema Nel complesso una buona prova sono curioso di leggere il secondo volume e di vedere se uesto nuovo genere prenderà piede


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

10 thoughts on “Zappa e spada

  1. Tanabrus Tanabrus says:

    Simpatica uesta raccolta di racconti fantasy italiani che inaugurano il filone dello Spaghetti FantasyChiaro il richiamo al più famoso Spaghetti Western infatti è un tentativo di trasporre le atmosfere e la filosofia di uel filone cinematografico nella letteratura di genere nostranaStorie scritte da italiani ma soprattutto ambientate in una versione distorta dell'Italia del passatoNon abbiamo località precise e note non ci sono Roma o Milano o Napoli ma abbiamo borghi e paesini abbiamo reliuie di santi e guerre tra cittadine confinantiAbbiamo uomini d'arme e prostitute ladri e preti osti e mercanti attori itineranti e guardie del corpoNon ci sono elfi e nani gnomi e maghi mutuati dal fantasy nordico Abbiamo la polvere e il sangue abbiamo l'oscurità che può nascondere ualunue cosa abbiamo morti che non vogliono restare tali e il Diavolo che minaccia le anime dei poveri paesaniAbbiamo magie oscure e sconosciute provenienti da lontano e abbiamo uomini di Fede intenti a contrastarleNon abbiamo onore e gloria paladini indefessi che lottano per alti ideali abbiamo gente che lotta per sopravvivere per portare a casa la pagnotta o perché abbastanza stupida da essere raggirata da chi la fa combattere L'esempio più lampante penso sia il contadino che tenta di rubare la reliuia della città vicina per portarla nella propria solo per evitare una volta all'anno di doversi fare tutto il tragitto fino alla sommità di uella collina per la periodica venerazione della reliuia gli basterà averla vicina a casa per faticare menouesto è lo spirito dello spaghetti fantasy e anche se si impiega un po' di tempo a entrarvici poi ci si sente rapidamente a casa propria tra ueste paginePerché alla fine uesti guerrieri sgangherati e pasticcioni sono parte del nostro passato sono la variante fantasy dei pistoleri visti in televisione innumerevoli volte la versione fantastica delle storie che ancora permeano le pietre delle nostre cittàE chiaramente ce ne sono di migliori e di peggioriLe peggiori per me sono uelle che abusano di termini antiuati per darsi un tono rendendo ridicolo il tutto se non proprio illeggibile Sono un paio ma fanno un brutto effettoLe migliori invece sono cinue due sono di autori che già conosco Vicenzi che non per niente è l'autore dei bei racconti dello Spadaccino e Mana di cui ho letto una bella storia fantastica ambientata nel passato le altre sono di Mala Spina Jari Lanzoni e del collettivo Nerdheim che meriterebbe già solo per il nomeChe aggiungere sono felice di avergli dato una possibilità e ancora di più di aver già preso sulla fiducia il secondo volume di racconti uscito proprio uest'anno

  2. Matteo Mazzoli Matteo Mazzoli says:

    Io ho un solo aggettivo non particolarmente tecnico per uesta folle e imprevedibile raccolta di racconti fighissimo Si respira l'aria dei nostri borghi benché ammantati dal velo a volte magico a volte inuietante di un fantastico che non sorride a principi e cavalieri senza macchia ma agli ultimi ai poveri ai reietti ai bifolchi e agli sventurati rendendo epiche le loro miserabili gesta come mai prima Curiose alcune scelte linguistiche magari non sempre felici però apprezzabilissime per il modo in cui sono state presentate Li ho apprezzati tutti davvero perché si ride e si piange si sta in trepidante attesa dello scontro ci si atterrisce per le creature demoniache che si presentano e di fronte al uale il peone di turno deve far leva sul suo ingegno e il coraggio del guitto per sconfiggere le proprie paure e il mostro Strepitoso

  3. Marco Marco says:

    Una lettura molto particolare e nel complesso divertente Alcuni racconti sono francamente scritti in modo atroce tanto che li ho saltati dopo ualche pagina e anche alcuni di uelli scritti meglio avrebbero potuto beneficiare di un editor Ma uattro o cinue racconti mi hanno davvero colpito per le idee e la realizzazione uasi tutti sfruttando in modo fantastico idee religiose noto Inoltre l'idea della raccolta a tema low fantasy italiano è molto particolare e mi è piaciuta nella narrativa fantastica amo la varietà ma per una volta leggere delle reliuie di Brusignano o simili del ladro scalcinato devoto e San Fiorello e di pirati croati e scheletri uccisi a colpi di zappa è stato d'effetto anche solo per il valore di novità

  4. Matteo Matteo says:

    Una buona metà della storie sono ben scritte e soprattutto le prime coniugano bene vari elementi sfruttando anche dialetti e lingue antiche Non vale lo stesso purtroppo per altri racconti alcuni non lasciano proprio niente dopo la lettura altri insistono troppo a mio avviso su dettagli tecnici come in un breviario di scontri all'arma bianca senza aver dietro una storia che li sorregga Buon ultimo arriva un racconto interessante che mi è sembrato far di critica a un certo tipo di atteggiamento popolare nello scontro tra cultura e utilità

  5. Darth Miky Darth Miky says:

    Avete presente le atmosfere alla Brancaleone? uel linguaggio uei luoghi uei personaggi Racconti interessanti divertenti a volte splatter e dal taglio più moderno Descrizioni minuziose di duelli armi manovre Elementi fantasy guardati dal buffo e ignorante punto di vista che molto probabilmente si aveva a uei tempi Bello e illuminante

  6. Ivan Lanìa Ivan Lanìa says:

    Stando alla prefazione a firma Mauro Longo l'antologia Zappa e spada dovrebbe rivitalizzare un filone narrativo autenticamente italiano che parte dal romanzo cavalleresco del uattrocento continua nella favolistica e arriva allo Spaghetti Western e ai film di Brancaleone e del duo Spencer Hill Nobile intento ma secondo me tentativo fallimentare – dei 12 racconti ne ho trovati ben fatti solamente 41 La favola d'autore piacevolmente malinconica di Giovanni De Feo2 L'avvincente racconto dal sapore sword sorcery di Alessandro Vicenzi ingegnoso worldbuilding punte ironiche ben dosate personaggi impeccabili nel loro essere archetipici3 La storia di Davide Mana che osa puntare in alto e ragionare di letteratura entro un'opera di letteratura4 La heist story di Mala Spina ambientata in Toscana un po' cliché ma comunue leggibile Le altre otto storie vanno dalla buona idea eseguita male all'impresentabile 56 Diego Cajelli e Michele Gonnella propongono entrambi una trama banalotta di antieroi alla ventura che si fanno ammazzare da mostri del folklore e cercano di sofisticarla scrivendo male in Toscano finto antico7 F T Hoffmann adotta lo stesso identico espediente di cui sopra ma con ambientazione adriatica e patina linguistica veneto croata e per altro la resa stereotipata dei personaggi slavi mi ha seccato un sacco ma uella è sensibilità mia89 Federica Leonardi e Lorenzo Fantoni ricorrono alla trama tragica del vendicatore che dà la caccia al proprio nemico atavico e le idee di base sono anche buone ma l'esecuzione pecca per ritmo degli eventi mal calibrato e colpi di scena forzati ma dico io dove diavolo era l'editor?10 Il pezzo del colletivo Nerdheim va sul comico splatter ma esagera e diventa ridicolo in senso negativo1112 Luca Mazza e Jari Lanzoni non posso neanche valutarli perché non riuscivo a leggere la loro prosa così aulica da non essere più una lingua vera ma un dizionario vomitato Riassumendo la vasta sproporzione fra testi validi e pezzi mal riusciti mi fa bocciare l'antologia prendetela in biblioteca e leggete solo i racconti migliori Aggiungo un commento personale sui criteri con cui Acheron ha selezionato i racconti nel mio modesto parere il riferimento non è stata la vera tradizione eroicomica del rinascimento italiano ma le forme più manieristiche e puerili del grimdark anglofono dal gusto dell'orrido a ogni costo all'amoralità completa – roba che ti aspetteresti dai romanzi di merchandise per WarHammer Fantasy e che ui è semplicemente scritta in italiano e ambientata in una finta Italia Non è un caso che i tre racconti che mi sono piaciuti più di tutti De Feo Vicenzi Mana sono uelli più colti e sofisticati uelli che anziché puntare al grottesco becero bilanciano con gusto situazioni comiche e momenti seri contesto plebeo e toni più raffinati – il tipo di giocoliera stilistica che rende la Commedia dantesca un capolavoro

  7. Alessio Alessio says:

    Recensione pubblicata originariamente sul mio blog Arte della Lettura Recensione Zappa e spada senza spoiler Zappa e spada è un'antologia di racconti low fantasy definiti spaghetti fantasy un termine che ancora non mi è chiaro Sono spaghetti fantasy uei racconti scritti da italiani o uelli ambientati in Italia? In ogni caso in uesto libro i racconti hanno entrambe le caratteristiche Alcuni di essi sono evidentemente in stile italiano ambientati in borghi e antichi paesi altri hanno solo ualche personaggio con un nome italiano ma le vicende non sono necessariamente spaghetti I Racconti Lasciando da parte i miei dubbi riguardanti il nome ho apprezzato uesto genere Si tratta di ualcosa di nuovo e con molto potenziale anche se credo sia necessaria una maggiore scrematura dei raccontiUn paio di essi infatti utilizzano un linguaggio molto ricercato e da vocabolario risultando troppo elaborato a tal punto da divenire illeggibile Più che dei racconti paiono delle dimostrazioni fatte dagli scrittori per pavoneggiarsiAltri racconti si concentrano troppo su singoli elementi del low fantasy come i combattimenti corpo a corpo dimenticando che una storia deve anche avere una trama e dei personaggi interessantiPer fortuna i bei racconti non mancano ma anzi abbondano Buona parte delle storie presenti in uesta antologia sono infatti di buona ualità anche se ogni tanto ho trovato ualche frase confusionaria o mal scritta Edizione Purtroppo Zappa e spada viene presentato in un'edizione anonima e di ualità medio bassa Sono convinto che le piccole case editrici debbano puntare molto sul primo impatto visivo per poter conuistare nuovi lettori e clienti come fanno altre case editrici medio piccole come ABEditore e Black Coffee Editore cosa che non ho trovato in Acheron Books I libri non hanno nulla di caratteristico o di unico le pagine sono rigide e il testo è piuttosto grande cosa che mi ricorda i libri per ragazzi Conclusioni Ad eccezione di un paio di racconti così illeggibili da costringermi a saltarli Zappa e spada si è rivelata una lettura piacevoleAltre recensioni sul mio blog Arte della Lettura

  8. Francesco Francesco says:

    Una raccolta di racconti dal livello altalenante Prima metà piuttosto scarsa seconda metà in netta ripresa con picco positivo toccato dal racconto del Nerdheim 3 stelle è la mediaPer rendere l’idea leggendo alcuni racconti mi è venuto in mente il “Decameron di Boccaccio magari non per ualità ma per ambientazione e temiGli ultimi circa 6 racconti sono mediamente molto buoni divertenti originali e consigliati Mi sembra che non si facciano mai abbastanza complimenti alla casa editrice Acheron books che cerca sempre di portare ualcosa di diverso nelle nostre librerieLa nota dolente della raccolta è un tratto che ho riscontrato principalmente nei primi circa 6 raccontiC’era una volta un tempo in cui “cliché nel fantasy significava elfi draghi e un lungo viaggio da compiere Oggi cliché nel fantasy significa personaggi bastardi che sai che prima o poi tradiranno Se non cadi in uesto cliché probabilmente è più difficile che ti pubblichino In effetti esplicita richiesta della Acheron books per uesta raccolta erano racconti gritty con gran bastardi come protagonisti uesto si è tradotto in racconti in cui ogni personaggio cerca di fregare gli altri e tu sai benissimo che alla fine vi sarà il tradimento di turnoIn uesti personaggi voltagabbanaegoistianti eroi è poi davvero difficile immedesimarsi a meno che lo scrittore non spieghi gli eventi che abbiano “deviato” uel personaggio Insomma il gran bastardo non dovrebbe essere la normalità dato che nel mondo reale non ogni persona ammazzerebbe il prossimo per un minimo guadagnoIn un fantasy l’ambientazione dovrebbe essere fantastica ma credo che i personaggi debbano essere realistici non proprio degli stinco di santo ma gente che uantomeno non passi tutto il loro tempo a pensare a come fregare gli altri In conclusione consiglierei “Zappa e Spada” a chi volesse respirare un po’ di fantasy in clima italiano Certo non sarebbe il mio consiglio numero uno ciononostante la raccolta ha un paio di picchi molto elevati Di certo a chi dovesse comprarlo consiglio di non chiudere definitivamente il libro prima di aver dato una possibilità agli ultimi racconti ove come detto la ualità tende a salire

  9. Francesco Francesco says:

    Una raccolta di racconti dal livello altalenante Prima metà piuttosto scarsa seconda metà in netta ripresa con picco positivo toccato dal racconto del Nerdheim 3 stelle è la mediaPer rendere l’idea leggendo alcuni racconti mi è venuto in mente il “Decameron di Boccaccio magari non per ualità ma per ambientazione e temiGli ultimi circa 6 racconti sono mediamente molto buoni divertenti originali e consigliati Mi sembra che non si facciano mai abbastanza complimenti alla casa editrice Acheron books che cerca sempre di portare ualcosa di diverso nelle nostre librerieLa nota dolente della raccolta è un tratto che ho riscontrato principalmente nei primi circa 6 raccontiC’era una volta un tempo in cui “cliché nel fantasy significava elfi draghi e un lungo viaggio da compiere Oggi cliché nel fantasy significa personaggi bastardi che sai che prima o poi tradiranno Se non cadi in uesto cliché probabilmente è più difficile che ti pubblichino In effetti esplicita richiesta della Acheron books per uesta raccolta erano racconti gritty con gran bastardi come protagonisti uesto si è tradotto in racconti in cui ogni personaggio cerca di fregare gli altri e tu sai benissimo che alla fine vi sarà il tradimento di turnoIn uesti personaggi voltagabbanaegoistianti eroi è poi davvero difficile immedesimarsi a meno che lo scrittore non spieghi gli eventi che abbiano “deviato” uel personaggio Insomma il gran bastardo non dovrebbe essere la normalità dato che nel mondo reale non ogni persona ammazzerebbe il prossimo per un minimo guadagnoIn un fantasy l’ambientazione dovrebbe essere fantastica ma credo che i personaggi debbano essere realistici non proprio degli stinco di santo ma gente che uantomeno non passi tutto il loro tempo a pensare a come fregare gli altri In conclusione consiglierei “Zappa e Spada” a chi volesse respirare un po’ di fantasy in clima italiano Certo non sarebbe il mio consiglio numero uno ciononostante la raccolta ha un paio di picchi molto elevati Di certo a chi dovesse comprarlo consiglio di non chiudere definitivamente il libro prima di aver dato una possibilità agli ultimi racconti ove come detto la ualità tende a salire

  10. Alessio Alessio says:

    Una raccolta di racconti che si propone di dare inizio ad un nuovo filone narrativo creando una commistione tra gli spaghetti western e la commedia all’italiana il tutto declinato in salsa fantasy astenendosi dal coinvolgere creature estranee al folklore italico I racconti hanno atmosfere molto varie passando da uelle più cupe e serie fino a racconti allegri e scanzonati il mio preferito è “Il mangiare del Sandrone” e continui richiami tra loro piantando così i semi di un possibile Spaghetti Fantasy Universe condiviso il Regno di Taglia di Brancalonia? La scrittura in generale è buona chi più chi meno e un paio di racconti mi sono sembrati un po’ fuori tema Nel complesso una buona prova sono curioso di leggere il secondo volume e di vedere se uesto nuovo genere prenderà piede

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *